Il meteo a Dubai

327
meteo a dubai

Posizione di Dubai: ecco dove si trova la grande città

Dubai è un centro urbano localizzato nelle immediate vicinanze al Golfo Persico, in direzione meridionale rispetto allo stesso.
Nella Pensiola Araba la sua collocazione è Sud-Ovest.

La città si trova immediatamente vicino al Golfo Persico, sulla sua costa ed è situata al livello del mare.
L’Emirato di Dubai (uno dei 7 Emirati degli Emirati Arabi Uniti) confina con l’Emirato di Abu Dhabi e quello di Sharjah, mentre il resto del suo territorio confina con il Golfo Persico. Trovandosi proprio nel Deserto Arabico, il panorama della città è caratterizzato da dune sabbiose, deserti particolarmente rocciosi e una vegetazione simil-desertico spesso persino assente.

In tutta la zona ci sono scarne fonti di acqua dolce, mentre non mancano quelle di acqua salata proveniente dal Golfo Persico.
La sabbia del posto è costituita principalmente da conchiglie e coralli provenienti dal mare. Per le sue caratteristiche è riconosciuta come una delle sabbie più pulite, fini e bianche del mondo.
Nella parte orientale della grande città è facilmente possibile trovare delle immense pianure di sale che si alternano alle già citate dune di sabbia.

Allontanandosi verso l’oriente ancor di più le pianure salate diminuiscono, mentre le dune di sabbia si fanno pur sempre più frequenti e assumono una caratteristica colorazione rossa per via degli alti depositi di ossido di ferro.
Nei pressi della città è possibile anche trovare delle alte montagne, le Montagne Occidentali, i cui picchi arrivano persino ai 1.300 metri.

Vicino alla città si trovano anche numerose isole, in gran parte artificiali, diventate in poco tempo simbolo di Dubai nel mondo.

Il meteo a Dubai

L’intera zona di Dubai si caratterizza per il tipico clima desertico-subitropicale. Le estati qui sono caldissime, mentre gli inverni si caratterizzano grazie a una temperatura relativamente mite oppure piacevolmente calda.
Il caldo tipico dell’estate inizia circa nella seconda settimana dell’aprile e finisce nella seconda metà di novembre.

In questo periodo le temperature non scendono mai sotto i 30°, mantenendosi quasi sempre a un livello che sfiora i 38°/40°.

I mesi più caldi sono sicuramente agosto e luglio, quando le temperature salgono fino a un livello di 43°/45° (con punte di picco che sfiorano anche i 53°).
In questo periodo le temperature minime si aggirano intorno ai 30°, un limite sotto il quale non si scende mai.
Ovviamente la temperatura scende con il calare della sera, aggirandosi prima sui 40° e poi sui 35°.

La zona, inoltre, si caratterizza per un’alta umidità estiva che rende tutto l’ambiente praticamente invivibile.

Per questo d’estate le persone del posto e i turisti preferiscono rifugiarsi nelle proprie residenze invece di spingersi all’esterno.

Da aprile a novembre la temperatura dell’acqua si mantiene costantemente sopra i 35°, il che rende il Golfo Persico il posto con la più alta temperatura del mare al mondo in estate. Al contrario dell’estate, la stagione invernale è troppo breve: dura pochi mesi, dalla seconda/terza settimana di dicembre, fino alla seconda settimana di febbraio.

In questi mesi nella zona cadono numerose precipitazioni, la cui quantità non è comunque regolare e varia da anno ad anno.
Le piogge sono molto sporadiche, ma alquanto violenti: anch’esse costringono le persone del posto a restare nelle proprie abitazioni.

Le piogge, inoltre, sono la principale causa di vari disagi in città. Durante l’inverno le temperature crollano toccando i 20°/22°. Inoltre durante l’inverno le temperature si fanno irregolari.

Basti pensare che anche in inverno il forte vento caldo tipico della Penisola Araba può portare nella città il caldo estivo, insieme alle tempeste di vento e sabbia.

Dopo un paio di ore la temperatura può cambiare improvvisamente e ovunque manifestarsi il tipico freddo invernale.

Questo causa problemi di salute alle persone del posto, anche se le temperature minime non scendono quasi mai al di sotto dei 16°. Il record minimo di temperatura è di 7°.

Quando andare a Dubai?

La risposta a questa domanda dipende, certamente, dalle aspettative dei turisti e da cosa vogliono trovarci.
Chi ama delle temperature più miti e vorrebbe assistere alle tempeste di sabbia che colpiscono la città, potrebbe raggiungere Dubai in inverno.

I mesi migliori per godere di una temperatura particolarmente mite a Dubai sono dicembre e febbraio/marzo, mentre a gennaio le temperature potrebbero scendere in una maniera troppo forte.

In questo periodo bisogna anche essere pronti ai notevoli sbalzi di temperatura che colpiscono la città.

D’altro canto, se è il caldo ciò che si cerca, allora i periodi aprile-giugno e settembre-novembre sono i migliori, in quanto è assente la troppa umidità e il caldo afoso tipico del periodo luglio-agosto.

In questi periodi si potrà comunque godere di un’acqua molto calda e un’atmosfera accogliente, evitando la comparsa di fenomeni atmosferici improvvisi come la forte pioggia o le tempeste di sabbia.

Infine, se si vuole provare l’ebbrezza di vivere il tipico caldo a Dubai, allora il periodo migliore per farlo è sicuramente luglio-agosto, quando le temperature toccano i propri picchi annuali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here